spot_img

Editoriale


Patriottismo o nazionalismo? Le cronache degli ultimi mesi ripropongono un paradosso non nuovo nella storia recente. Non c’è Paese (avanzato, emergente) che non abbia sue proprie agenzie e campagne pubblicitarie per attrarre gli investimenti dall’estero, mirando magari a guadagnare qualche posizione nelle periodiche graduatorie su competitività-attrattività stilate da osservatori indipendenti come World Economic Forum o IMD di Losanna.

Patriottismo o nazionalismo? Le cronache degli ultimi mesi ripropongono un paradosso non nuovo nella storia recente. Non c’è Paese (avanzato, emergente) che non abbia sue proprie agenzie e campagne pubblicitarie per attrarre gli investimenti dall’estero, mirando magari a guadagnare qualche posizione nelle periodiche graduatorie su competitività-attrattività stilate da osservatori indipendenti come World Economic Forum o IMD di Losanna.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

Notizie dall’Asia: Hong Kong, Cina, Giappone, Taiwan

Il sorprendente eroismo della Lituania

Kabul sbarca in Europa