spot_img

Egitto, Al Alamein City: summit cruciale per i Paesi Arabi


Emirati, Giordania, Bahrein e Iraq riuniti per rilanciare il dialogo tra le nazioni dell’area: dall’Iran a Israele, passando per la crisi Ucraina, numerosi i temi sul tavolo ospitato da al-Sisi

Matteo Meloni Matteo Meloni
Giornalista, è membro del comitato editoriale di eastwest. Si occupa di geopolitica di Medio Oriente e Nord Africa, Stati Uniti, rapporti tra Paesi Nato, di organizzazioni internazionali. Già Addetto Stampa al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, ha lavorato come Digital Communication Adviser alla Rappresentanza Italiana presso le Nazioni Unite a New York.

Emirati, Giordania, Bahrein e Iraq riuniti per rilanciare il dialogo tra le nazioni dell’area: dall’Iran a Israele, passando per la crisi Ucraina, numerosi i temi sul tavolo ospitato da al-Sisi

Cooperazione e rafforzamento della partnership fanno parte del linguaggio diplomatico di questi giorni a Al Alamein City, dove l’Egitto ha organizzato un summit con Emirati, Giordania, Bahrein e Iraq per fare il punto della situazione sullo stato di salute delle relazioni dei Paesi arabi, in vista di nuovi e importanti cambiamenti. A cominciare dalla possibile sottoscrizione del rigenerato JCPoA, l’accordo sul nucleare iraniano che aiuterà Teheran a riprendere i rapporti commerciali col resto del mondo, ma che al contempo rappresenta una sfida per diverse altre realtà, su tutte Israele e Arabia Saudita.

Iraq, broker per la pace tra Iran e Arabia Saudita

Non a caso a Al Alamein City è sbarcato anche il Primo Ministro iracheno Mustafa Al-Kadhimi, rappresentante di una stagione da protagonista nel tentativo di riavvicinare la Repubblica Islamica col Regno dei Saud. Un’attenzione particolare quella Al-Kadhimi, che ha sperato con tutte le forze in una pace tra i due Paesi, che porterebbe potenziali benefici non solo a tutta l’area mediorientale ma anche alla sua nazione. Gli sforzi di Baghdad in tal senso sono serviti, viste le aperture dei funzionari e gli incontri ad alto livello tra i Governi di Teheran e Riad. Ora, il compito più arduo per il Pm sarà far digerire ai sauditi l’imminente ritorno al JCPoA, nel segno del dialogo super partes.

L’alleanza tra Egitto e Emirati

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img