Egitto stabile, enigma della Sfinge


In un Egitto polarizzato tra islamisti e sostenitori dell’esercito emerge un “terzo polo” che si oppone a entrambi. Sostiene che il vero cambiamento debba innescarsi al di fuori degli apparati. Ne parlano i protagonisti. 

In un Egitto polarizzato tra islamisti e sostenitori dell’esercito emerge un “terzo polo” che si oppone a entrambi. Sostiene che il vero cambiamento debba innescarsi al di fuori degli apparati. Ne parlano i protagonisti. 

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

Marocco e Israele, ecco l’accordo sulla difesa

Nucleare: a Vienna riaprono i colloqui con l’Iran

La variante sudafricana non esiste!

La Pop Art e la critica del sistema