spot_img

Eileen Gray, Jean Badovici e Le Corbusier. Un’estate al mare, la storia della villa E.1027 e del Cabanon di Cap Martin, Roquebrune


Voglio raccontarvi la storia di un angolo nascosto della Costa Azzurra, una zona che ad inizio Novecento era disabitata, collegata al mondo da stradine battute a piedi o dai muli, a ridosso del mare e ombreggiata dalla vegetazione. Un angolo speciale, che all’inizio del secolo fece innamorare la designer irlandese Eileen Gray, all’epoca quarantottenne, e l’architetto rumeno Jean Badovici, suo giovane amante trentenne.

Voglio raccontarvi la storia di un angolo nascosto della Costa Azzurra, una zona che ad inizio Novecento era disabitata, collegata al mondo da stradine battute a piedi o dai muli, a ridosso del mare e ombreggiata dalla vegetazione. Un angolo speciale, che all’inizio del secolo fece innamorare la designer irlandese Eileen Gray, all’epoca quarantottenne, e l’architetto rumeno Jean Badovici, suo giovane amante trentenne.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img
rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo