spot_img

Quanto pesa il fattore Millennials nelle urne d’Europa


Una giovane "Remainer" davanti al Parlamento britannico, Londra. Reuters

A poco più di una settimana dalle elezioni politiche per l’elezione del Parlamento, che hanno sancito la vittoria del Movimento Cinque Stelle come partito e del centro-destra come coalizione, non è ancora chiaro a chi il Presidente della Repubblica Mattarella affiderà l’incarico di governo. Mentre in questi giorni le forze politiche stanno cercando di trovare un accordo, con Lega e Movimento 5 Stelle che corteggiano entrambi il Pd, le analisi degli istituti di ricerca stanno cercando di dare una carta di identità al voto del 4 marzo. Per la prima volta, oltre ai millennials, si sono affacciati al voto anche i giovanissimi della generazione Z, nati dagli inizi del 1997.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img