spot_img

Sui colloqui Iran-Usa, l’incognita delle elezioni a Teheran


Il 18 giungo si svolgeranno le elezioni presidenziali in Iran, guardate con molto interesse dagli Stati Uniti, che vogliono riaprire i canali con Teheran senza chiuderli con Riad e Tel Aviv

Martino Mazzonis Martino Mazzonis
Giornalista e ricercatore, è autore di Come cambia l’America (con Mattia Diletti e Mattia Toaldo, 2009) e di Tea party (con Giovanni Borgognone, 2011).

Il 18 giungo si svolgeranno le elezioni presidenziali in Iran, guardate con molto interesse dagli Stati Uniti, che vogliono riaprire i canali con Teheran senza chiuderli con Riad e Tel Aviv

Il Presidente iraniano Hassan Rouhani viene mostrato su un grande schermo mentre parla alla 74a sessione dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite presso la sede delle Nazioni Unite a New York City, Stati Uniti, 25 settembre 2019. REUTERS/Carlo Allegri

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img