spot_img

Elezioni regolari e senza disordini in Senegal


L’opposizione è riuscita ad assicurarsi il supporto della maggior parte della popolazione senegalese e Bassirou Diomaye Faye sarà il nuovo presidente del Senegal, con percentuali superiori al 50% e quindi senza la necessità di andare a un secondo turno.

In Senegal, l’opposizione ha vinto le elezioni presidenziali di domenica 24 marzo. A dire il vero, i risultati ufficiali non sono stati ancora pubblicati e dovrebbero essere diffusi nei prossimi giorni. Ma il conteggio dei voti ha mostrato da subito come lo schieramento guidato da Bassirou Diomaye Faye fosse nettamente avanti, con percentuali superiori al 50% e quindi senza la necessità di andare ad un secondo turno. L’esito del voto è stato certificato anche dagli altri candidati alla presidenza, che si sono congratulati con Faye già nel corso dello spoglio.

Che le elezioni presidenziali si siano tenute regolarmente e senza disordini è il maggior successo, per un Paese che ha vissuto un percorso di avvicinamento travagliato a questo voto. Gran parte dell’incertezza è stata dovuta all’atteggiamento del presidente uscente Macky Sall, che a lungo si è mostrato pronto a competere per un terzo mandato, nonostante il divieto imposto dalla Costituzione.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img

La guerra tra Israele e Iran

In Sudan si combatte da un anno esatto

Spagna: i golden visa e la crisi abitativa

rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo