Erdoğan, politicamente più longevo di Mustafa Kemal Atatürk?


In caso di vittoria alle prossime presidenziali che si terranno il 10 Agosto prossimo, il premier Recep Tayyip Erdoğan, in sella dal 2003, potrebbe superare il record di longevità politica del padre della Repubblica di Turchia Atatürk. In un clima d'instabilità internazionale, fondamentale per il premier sarà il voto curdo.

In caso di vittoria alle prossime presidenziali che si terranno il 10 Agosto prossimo, il premier Recep Tayyip Erdoğan, in sella dal 2003, potrebbe superare il record di longevità politica del padre della Repubblica di Turchia Atatürk. In un clima d’instabilità internazionale, fondamentale per il premier sarà il voto curdo.

 

credits Umit Bektas

Non sembra ci siano dubbi sul fatto che l’attuale primo ministro Recep Tayyip Erdoğan sarà il prossimo presidente della Repubblica di Turchia, raccogliendo il testimone di Abdullah Gül, in carica dal 2007. Lo dicono i sondaggi (che lo danno in testa con una forbice tra il 52% ed il 56%), lo s’intuisce dalla scarsa forza d’urto dei suoi sfidanti ma soprattutto ne è un’indiretta testimonianza la prova di forza delle elezioni amministrative del 30 Marzo scorso quando, nonostante lo scoppio della ‘tangentopoli turca’, l’imperversare della guerra fratricida contro l’ex alleato Fethullah Gülen e lo scoppio nell’estate 2013 del più vasto movimento di opposizione all’Akp e ad un governo della storia contemporanea della Turchia, il premier s’era comunque imposto con un risultato più che confortevole (43% delle preferenze).

Carisma e successi economici: gli ingredienti della longevità politica di Erdoğan

Dopo più di un decennio di esercizio e logorìo nell’agone politico, il premier turco è oramai pronto a vestire anche i panni del presidente della Repubblica.

Erdoğan punta a superare il 50% già al primo scrutinio e non è escluso che ci riesca. Se non dovesse riuscirci però sembra difficile non vederlo accedere al soglio più alto delle cariche istituzionali il 24 agosto prossimo, data dell’eventuale secondo turno dello scrutinio.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

Marocco e Israele, ecco l’accordo sulla difesa

Nucleare: a Vienna riaprono i colloqui con l’Iran

La variante sudafricana non esiste!

La Pop Art e la critica del sistema