spot_img

Le finzioni della storia. L’Europa di Patrik Ouřednik


«La differenza tra il mio modo di approcciare un testo e quello delle avanguardie è che le avanguardie cercano di testare quello che la lingua può ancora sopportare mentre io mi interesso soprattutto a quello che il lettore può ancora sopportare».

«La differenza tra il mio modo di approcciare un testo e quello delle avanguardie è che le avanguardie cercano di testare quello che la lingua può ancora sopportare mentre io mi interesso soprattutto a quello che il lettore può ancora sopportare».

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img