spot_img

Europeismo in salsa finnica


Per molti il nome della Finlandia richiama alla mente Jyrki Katainen ed Olli Rehn, alfieri del rigore, ma la Finlandia è uno dei paesi che nelle elezioni per l’Europarlamento del maggio 2014 ha espresso più europeismo, ridimensionando gli euroscettici, che - rispetto alle elezioni politiche di tre anni fa - hanno perso il 6 per cento, scendendo al 13.

Per molti il nome della Finlandia richiama alla mente Jyrki Katainen ed Olli Rehn, alfieri del rigore, ma la Finlandia è uno dei paesi che nelle elezioni per l’Europarlamento del maggio 2014 ha espresso più europeismo, ridimensionando gli euroscettici, che – rispetto alle elezioni politiche di tre anni fa – hanno perso il 6 per cento, scendendo al 13.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

Rischi e sfide del Green Deal europeo

Corea del Sud, Cina e Giappone: miti e leggende