spot_img

Festival di Cannes 2014: star power vs buoni film


Il Festival di Cannes è incontestabilmente il più importante evento cinematografico mondiale, con tantissime stelle sul tappeto rosso ma anche una grande visibilità offerta al cinema "serio" - per mancanza di una parola migliore.

Il Festival di Cannes è incontestabilmente il più importante evento cinematografico mondiale, con tantissime stelle sul tappeto rosso ma anche una grande visibilità offerta al cinema “serio” – per mancanza di una parola migliore.

 

Alcuni dei film più importanti di questa annata 2014 sono stati presentati a Cannes, tra cui nuovi lavori cinematografici da grandi nomi d’essai come il regista mauritano Abderrahmane Sissako, che ha presentato il suo dramma sulla jihad in Mali, Timbuktu; il regista russo Andrei Zvyagintsev, che esplora l’anima russa in un villaggio perduto nel suo Leviathan e il vincitore della Palma d’oro, Winter Sleep, dal regista turco Nuri Bilge Ceylan, che guarda un piccolo cast di personaggi che parlano per oltre tre ore in un albergo in una zona rurale dell’Anatolia e riesce a illuminare dei temi come la divisione fra i ricchi e poveri in Turchia.

Tutti i festival principali hanno bisogno di un po’ di “star power,” così come buoni film, e l’edizione di quest’anno ha suggerito ancora una volta che, purtroppo, queste due cose si possono ogni tanto escludere a vicenda, come ci ha dimostrato il film d’apertura, stroncato dalla maggior parte della critica, Grace di Monaco, un biopic dissonante come con Nicole Kidman nei panni di Grace Kelly.

{youtube}bFYmYWa348c{/youtube}

Comunque, tutti i grossi quotidiani mondiali avevano in prima pagina una foto della Kidman sul tappeto rosso di Cannes il giorno dopo. La scelta del film era quindi giustificata e, forse involontariamente, suggerisce anche che se alcuni dei film più importanti dell’anno vengono presentati in anteprima mondiale al festival, ciò che è importante tanto quanto l’arte a Cannes è il commercio, perché il cinema è anche un business.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img