Foley e gli altri: gli ostaggi dell’Isis


Il rapimento di James Wright Foley in Siria, avvenuto il 22 novembre 2012 e finito con il tragico epilogo dell'esecuzione il 19 agosto 2014, non è stato il primo e neanche l'ultimo. L'Isis avrebbe in mano, anche se il numero non è confermato, almeno una ventina di ostaggi occidentali.

Il rapimento di James Wright Foley in Siria, avvenuto il 22 novembre 2012 e finito con il tragico epilogo dell’esecuzione il 19 agosto 2014, non è stato il primo e neanche l’ultimo. L’Isis avrebbe in mano, anche se il numero non è confermato, almeno una ventina di ostaggi occidentali.

 

Oltre a tre americani, uno dei quali, il giornalista Steven Joel Sotloff, è stato mostrato in video (il terzo potrebbe essere Austin Tice, altro freelance scomparso il 13 agosto 2012). Oltre a loro ci sarebbero almeno tre inglesi, un giapponese e un danese. Il cittadino nipponico si chiama Haruna Yukawa. In un video, postato su Youtube, che ritrae il suo interrogatorio, l’uomo afferma di essere un giornalista ma anche un medico. Nel gruppo ci sarebbero anche tre cittadini britannici. Almeno uno di loro potrebbe essere un giornalista, forse lo stesso rapito insieme a Fowley nel 2012 e del quale non sono mai state rese note le generalità.

Mistero fitto invece su chi siano gli altri.

L’Isis potrebbe avere tra le mani anche un ostaggio italiano, il gesuita Padre Paolo dall’Oglio, rapito lo scorso 29 luglio 2013 in Siria e del quale da allora non si è più avuta nessuna notizia.

James Foley non era la prima volta che finiva in situazioni ‘limite’. Era stato catturato il 5 aprile 2011 a Brega, sulla costa libica tra Sirte e Bengasi, durante una controffensiva dell’esercito governativo. Dopo 44 giorni di detenzione le autorità di Tripoli lo scarcerarono insieme ad altri colleghi.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

La Pop Art e la critica del sistema

Prezzi dell’energia: una politica per soluzioni durature

Usa, il Pentagono indaga sugli UFO

Autodistruzione imperiale

Trattato del Quirinale: Macron punta sull’Italia