spot_img

Francia, Germania e Spagna concordano di portare avanti il più grande progetto di difesa europeo


Il programma Future Combat Air System è uno strumento chiave per garantire la futura autonomia e sovranità europee in difesa e sicurezza. Il caccia di sesta generazione sostituirà gli attuali sistemi di combattimento aereo entro il 2040

Germania, Francia e Spagna hanno raggiunto un accordo per dare il via alla nuova fase di sviluppo del Future Combat Air System (FCAS), il progetto per lo sviluppo di un caccia multiruolo di sesta generazione: si tratta del più grande programma europeo sulla difesa, dal valore di oltre 100 miliardi di euro.

La ministra della Difesa tedesca, Christine Lambrecht, ha definito l’accordo fra i tre paesi “un grande passo e, specialmente in questi tempi, un segnale importante dell’eccellente cooperazione franco-tedesco-spagnola”. Il sistema “rafforza le capacità militari e assicura un importante know-how anche per l’industria europea, non solo per la nostra”. La nuova fase di sviluppo del FCAS dovrebbe avere un costo di circa 3,5 miliardi di euro, ripartito in parti uguali tra i partecipanti, benché la responsabilità del programma sia di Parigi. Nel progetto sono coinvolte tre grandi aziende: la francese Dassault, la spagnola Indra e Airbus, i cui quartieri generali sono nei Paesi Bassi ma possiede uffici anche ad Amburgo, Madrid e Blagnac. Il caccia di sesta generazione andrà a sostituire, dal 2040, i Dassault Rafale francesi e gli Eurofighter Typhoon in dotazione alle forze tedesca e spagnola.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img
rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo