spot_img

Gas, la crescita dei prezzi fa scendere in campo l’Ue: Russia nel mirino


La Commissaria all’Energia Simson apre all’indagine chiesta da Francia, Spagna, Grecia, Repubblica Ceca e Romania. Putin: "Isteria e caos"

Matteo Meloni Matteo Meloni
Giornalista, è membro del comitato editoriale di eastwest. Si occupa di geopolitica di Medio Oriente e Nord Africa, Stati Uniti, rapporti tra Paesi Nato, di organizzazioni internazionali. Già Addetto Stampa al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, ha lavorato come Digital Communication Adviser alla Rappresentanza Italiana presso le Nazioni Unite a New York.

La Commissaria all’Energia Simson apre all’indagine chiesta da Francia, Spagna, Grecia, Repubblica Ceca e Romania. Putin: “Isteria e caos”

La crescita esorbitante dei prezzi del gas è ancora al centro delle preoccupazioni dell’Europa, con 5 Paesi — Francia, Spagna, Grecia, Repubblica Ceca e Romania — che chiedono al blocco misure urgenti per contrastare una situazione che, nel lungo periodo, rischia di diventare insostenibile. I Ministri delle Finanze di Parigi, Madrid, Atene, Praga e Bucarest chiedono un’indagine effettiva per capire il perché ci si è ritrovati in questa condizione e maggiore coordinamento per accrescere il potere contrattuale di Bruxelles.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img