Gelsomini cinesi


Le rivoluzioni arabe costringono l’impero cinese a pensare a delle riforme politiche. La censura interviene su internet, ma non può bloccare la curiosità e la voglia di cambiamento di un miliardo di cinesi, e Xi Jinping inaugura il 2013 con l’abolizione dei campi di rieducazione.

Le rivoluzioni arabe costringono l’impero cinese a pensare a delle riforme politiche. La censura interviene su internet, ma non può bloccare la curiosità e la voglia di cambiamento di un miliardo di cinesi, e Xi Jinping inaugura il 2013 con l’abolizione dei campi di rieducazione.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

La variante sudafricana non esiste!

La Pop Art e la critica del sistema

Prezzi dell’energia: una politica per soluzioni durature

Usa, il Pentagono indaga sugli UFO

Autodistruzione imperiale