EN

eastwest challenge banner leaderboard

Germania: lavoratori qualificati cercasi

Indietro

Se da una parte ormai sembra scontata la politica di chiudere le frontiere europee, inasprire ancor di più le normative sull’immigrazione, ridurre il più possibile i benefit e i diritti per i cittadini migranti Ue, per fermare l’ondata di attrazione migratoria dai paesi extracomunitari come da altri paesi europei, dall’altra, in alcuni paesi, e in particolare in Germania, si avrà invece proprio bisogno di lavoratori per sopperire al gap demografico e alla sue conseguenze sul mercato del lavoro nei prossimi decenni.

 

Gap demografico e mercato del lavoro tedesco

Senza cittadini immigrati , il numero di persone in età lavorativa passerà, in Germania, dai 45 milioni odierni ad approssimativamente 29 milioni di persone nei prossimi anni, 36% in meno. È quanto sostiene il think tank tedesco Bertelsmann Stiftung in uno studio recente . Anche portando il tasso delle donne impiegate nel lavoro allo stesso livello degli uomini e aumentando l’età pensionabile a 70 anni, il numero potenziale di lavoratori crescerebbe solo di circa 4.4 milioni. In particolare però, la Germania avrà necessità di attrarre lavoratori qualificati da paesi extracomunitari. Questo perché, ,secondo la ricerca, anche l’ondata di immigrati verso il paese nordico , provenienti da altri stati membri diminuirà in futuro. Nel 2013 sono più di 429mila i migranti arrivati in Germania piuttosto di quelli che hanno lasciato il paese. Mentre sarebbero 470mila nel 2014, secondo i calcoli dell’Ufficio federale di statistica. Dai dati raccolti da Bertelsmann Stiftung, questi numeri sarebbero appena sufficienti a mantenere costante la potenziale forza lavoro nel paese almeno per i prossimi dieci anni. Ma passato questo decennio l’esigenza di lavoratori si farà sempre più urgente perché la generazione del “baby-boom “ andrà in pensione: uno su due dei lavoratori qualificati di oggi lascerà il lavoro entro il 2030.

 

Il calo della migrazione intra-Ue nei prossimi decenni

Il record di immigrati europei che nel 2013 conta 300mila persone trasferitesi in Germania secondo l’Istituto di Ricerca e Lavoro (IAB) e l’Università di Coburg, non continuerà. Cambiamento demografico e il venir meno della ragione economica legata alla crisi porteranno a un calo consistente della migrazione tra paesi europei. Si registrerà entro il 2050 una media di cittadini migranti Ue intorno a 70mila , ma potrebbero essere anche meno. Sempre più indispensabili saranno dunque i lavoratori qualificati extracomunitari, che per mantenere in equilibrio il mercato del lavoro tedesco, in media dovrebbero attestarsi tra i 276mila e i 491mila ogni anno entro il 2050. Nel 2013 la maggior parte dei migranti provenienti da paesi terzi si è recata in Germania per motivi umanitari, ricongiungimento della famiglia, studio o formazione: solo 25mila arrivi provvisti di permessi di lavoro o Blue card.

Per gli autori dello studio dovrebbe esser fondamentale “ un sistema di immigrazione che chiarisca che non è solo permessa, ma anche desiderata” e le leggi che riguardano l’immigrazione dovrebbero essere più semplici, trasparenti e rendere possibili prospettive di lungo termine e facilitare la naturalizzazione. ” La Germania deve attrarre anche cittadini con nazionalità di paesi terzi” sostiene Jorg Drager di Bertelsmann Stiftung. La ricerca condotta sulla migrazione rileva che lavoratori altamente qualificati sono più attratti ad emigrare verso un nuovo paese se resi partecipi del sistema, se trovano servizi adeguati di supporto alla lingua, prestazioni sociali eque, integrazione nel mercato del lavoro e protezione contro possibili discriminazioni.

 

 

Continua a leggere questo articolo e tutti gli altri contenuti di eastwest e eastwest.eu.

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica a € 45.
Se desideri solo l’accesso al sito e l’abbonamento alla rivista digitale, il costo per un anno è € 20

Abbonati



La voce
dei Lettori

eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città Invia la tua domanda ad eastwest

GUALA