eastwest challenge banner leaderboard

Conte all'Onu: si spera in un colloquio con Trump

“Giuseppi” dovrà spiegare la scissione di Matteo Renzi e il ruolo che il Pd avrà nel nuovo esecutivo giallo-rosso

Donald Trump e Giuseppe Conte alla Casa Bianca a Washington, Stati Uniti. REUTERS/Carlos Barria
Donald Trump e Giuseppe Conte alla Casa Bianca a Washington, Stati Uniti. REUTERS/Carlos Barria

Al G7 di Biarritz avevano parlato fitto fitto per circa 10 minuti prima della riunione plenaria presieduta da Emmanuel Macron. Non si sa ovviamente cosa si siano detti in privato Giuseppe Conte e il Presidente americano, Donald Trump, ma di sicuro l’inquilino della Casa Bianca appariva molto interessato al futuro della politica italiana e alle posizioni un po’ troppo filorusse di Matteo Salvini. Poi, in un momento decisivo per la formazione del “Conte bis” il tweet di Trump di endorsement a “Giuseppi” ha benedetto, dall’altra sponda dell’Atlantico, la nascita del nuovo esecutivo giallo-rosso.

Domenica prossima Conte volerà a New York per partecipare all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Il primo impegno per il Presidente del Consiglio sarà l’intervento di chiusura, lunedì 23 settembre, al Climate Action Summit. Poi, il giorno successivo è prevista una partecipazione al vertice sullo sviluppo sostenibile e l’Agenda 2030.

Ma sarà durante il pranzo con tutti i capi di Stato e di Governo, offerto dal Segretario Generale dell’Onu, Antonio Guterres, che Conte vedrà il Presidente americano. Prima o dopo il pranzo si potrebbe ritagliare uno slot per un faccia a faccia tra Conte e Trump. Questo, almeno, è l’auspicio di Palazzo Chigi che sta lavorando all’ipotesi del colloquio bilaterale in stretto coordinamento con l’ambasciatore italiano a Washington, Armando Varricchio, e con quello presso la Rappresentanza all’Onu, Mariangela Zappia.

I temi al centro del colloquio spaziano ovviamente dalla stabilizzazione del Mediterraneo alla crisi libica, dalle nuove priorità dell’agenda europea alla riforma dell’Organizzazione Mondiale del Commercio, come concordato al G7 di Biarritz. Ma a “Giuseppi” - c’è da esserne sicuri - Trump chiederà aggiornamenti anche sulle questioni di politica interna italiana, sul ruolo che il Pd avrà nella maggioranza e soprattutto sui rapporti con la nuova formazione politica di Matteo Renzi Italia Viva.

@pelosigerardo

Scrivi il tuo commento
@

La voce
dei Lettori

Eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città. Invia la tua domanda a eastwest

GUALA