spot_img

“Proiettili e bombe in Ucraina rischiano di peggiorare la crisi alimentare mondiale a livelli mai visti”


Il Direttore Esecutivo del World Food Programme: dall’est Europa il 29% del commercio mondiale di grano. È crisi per Libano, Yemen, Siria, Tunisia

Matteo Meloni Matteo Meloni
Giornalista, è membro del comitato editoriale di eastwest. Si occupa di geopolitica di Medio Oriente e Nord Africa, Stati Uniti, rapporti tra Paesi Nato, di organizzazioni internazionali. Già Addetto Stampa al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, ha lavorato come Digital Communication Adviser alla Rappresentanza Italiana presso le Nazioni Unite a New York.

Il Direttore Esecutivo del World Food Programme: dall’est Europa il 29% del commercio mondiale di grano. È crisi per Libano, Yemen, Siria, Tunisia

Sulla comunità internazionale si è abbattuta una vera e propria tempesta perfetta, che tra cambiamento climatico, coronavirus e invasione dell’Ucraina peggiora la già grave condizione dei Paesi più poveri, con rischi di approvvigionamento per tutto il mondo. Ad affermarlo David Beasley, Direttore Esecutivo del World Food Programme, il Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite, che avverte: a rischio la vita di centinaia di milioni di persone.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img