spot_img

Nagorno Karabakh, la questione è ancora aperta


Un cocktail di nazionalismo e odio etnico a cui si aggiunge la presenza di Mosca, Ankara e Teheran. Oggi la geografia del potere nel Caucaso meridionale è tutta da riscrivere

Tiziano Marino Tiziano Marino
[Roma] Analista politico e giornalista esperto Affari Europei, MENA e Asia meridionale. Scrive per Il Caffè Geopolitico.

Continua a leggere questo articolo e tutti gli altri contenuti di eastwest e eastwest.eu.

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica a € 45.
Se desideri solo l’accesso al sito e l’abbonamento alla rivista digitale, il costo per un anno è € 20

Abbonati

Hai già un abbonamento PREMIUM oppure DIGITAL+WEB? Accedi al tuo account


- Advertisement -spot_img