spot_img

Nucleare, l’Iran pronto al dialogo con gli Stati Uniti


Il Presidente Hassan Rouhani apre spiragli diplomatici con Washington a condizione che vengano rimosse le sanzioni

Il Presidente iraniano Hassan Rouhani interviene durante una conferenza stampa al Salam Palace di Baghdad, Iraq, 11 marzo 2019. REUTERS/Thaier al-Sudani

Il Presidente Hassan Rouhani apre spiragli diplomatici con Washington a condizione che vengano rimosse le sanzioni

C’è ancora speranza sull’accordo nucleare del 2015. Dopo mesi di accuse e reciproche sanzioni, le parole incontrovertibili di Hassan Rouhani, Presidente della Repubblica Islamica, lasciano spazio all’ottimismo e consentono un margine di dialogo alle diplomazie. Durante un discorso pronunciato a Shirvan, nella provincia iraniana del Nord Khorosan, Rouhani ha spiegato che l’atteggiamento del Paese verso il JCPoA è stato dettato dalle azioni degli altri firmatari, in primis gli Stati Uniti i quali, dopo aver abbandonato il trattato sottoscritto nel corso della presidenza di Barack Obama, hanno reimposto diverse sanzioni a Teheran.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img