spot_img

Hong Kong è il futuro di cui Pechino ha paura


I cinesi erano convinti che nell’ex colonia inglese l’economia contasse tuttora più della democrazia. Così hanno rinviato le riforme politiche e dato semaforo verde a quelle economiche. Ma il movimento di protesta non si è fermato. A Pechino hanno finora reagito con calma alle manifestazioni di piazza, convinti come sono che tutto dipenda dalla crisi economica. Il punto è che l’esempio dell’eretica Taiwan…

Ugo Tramballi Ugo Tramballi

Continua a leggere questo articolo e tutti gli altri contenuti di eastwest e eastwest.eu.

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica a € 45.
Se desideri solo l’accesso al sito e l’abbonamento alla rivista digitale, il costo per un anno è € 20

Abbonati

Hai già un abbonamento PREMIUM oppure DIGITAL+WEB? Accedi al tuo account


- Advertisement -spot_img

L’ultima primavera araba

L’oro bianco è in America Latina

Slovenia, la protesta delle biciclette