spot_img

I due volti della maliarda Bai Ling


L'esordio sul grande schermo della famosa attrice cinese avviene con la parte di una ragazza di campagna che si trasferisce in città dove lavora in una fabbrica e si innamora del cugino. Una tipica vicenda strappalacrime, di quelle che appassionano il grande pubblico cinese. Arrivano rapidamente altre scritture, ma Bai Ling raggiunge il successo e la popolarità recitando il ruolo di una donna mentalmente disturbata in Arc Light, del 1988. Negli stessi anni inizia anche la sua parabola di sex-symbol. Sfidando la moralità corrente.

L’esordio sul grande schermo della famosa attrice cinese avviene con la parte di una ragazza di campagna che si trasferisce in città dove lavora in una fabbrica e si innamora del cugino. Una tipica vicenda strappalacrime, di quelle che appassionano il grande pubblico cinese. Arrivano rapidamente altre scritture, ma Bai Ling raggiunge il successo e la popolarità recitando il ruolo di una donna mentalmente disturbata in Arc Light, del 1988. Negli stessi anni inizia anche la sua parabola di sex-symbol. Sfidando la moralità corrente.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

Un futuro (in)sostenibile per la Germania

La Nato senza ragione