spot_img

I fascisti indiani


Il tira e molla sulla salma di Priebke ha fatto riscoprire alla nostra stampa l'orgoglio antifascista - spesso un po' sonnacchioso - e la vergogna del neonazismo becero di un'esigua minoranza. Ma anche in India, a fascismi vecchi e nuovi, non si scherza.

Il tira e molla sulla salma di Priebke ha fatto riscoprire alla nostra stampa l’orgoglio antifascista – spesso un po’ sonnacchioso – e la vergogna del neonazismo becero di un’esigua minoranza. Ma anche in India, a fascismi vecchi e nuovi, non si scherza.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

Un futuro (in)sostenibile per la Germania

La Nato senza ragione