I Food Festival più strani del mondo


Continuano gli articoli alla ricerca delle notizie più “strambe” che riguardano il cibo.
Questa volta tocca ai “Food Festival”, infatti sono molte le feste o le sagre che vengono dedicate al cibo ogni anno in tutto il mondo. Ecco quelle più strane ed interessanti.

Continuano gli articoli alla ricerca delle notizie più “strambe” che riguardano il cibo.
Questa volta tocca ai “Food Festival”, infatti sono molte le feste o le sagre che vengono dedicate al cibo ogni anno in tutto il mondo. Ecco quelle più strane ed interessanti.

Partiamo dal primo: la “Tomatina”.
E’ una festa che si svolge a Brunol, una piccola cittadina a circa 50 chilometri da Valencia, nel mese di agosto.
La Tomatina ha origini abbastanza “recenti”. Nacque per caso, da alcuni giovani che un giorno, per scherzo, iniziarono a tirarsi dietro alcuni pomodori nella piazza del paese. La polizia intervenne e sedò gli animi, ma l’anno successivo, gli stessi giovani si ritrovarono nella medesima piazza, stavolta muniti di intere cassette di pomodori, per ricominciare la battaglia.
La cosa prese talmente piede, tanto da avere il seguito che ha oggi, con centinaia di persone che ogni agosto si ritrovano a lanciarsi pomodori addosso fino allo sfinimento.

{youtube}QPQCH1b_LgE{/youtube}

Battaglia delle arance d’Ivrea

Una delle battaglie che invece gli italiani conoscono molto bene è quella che si svolge ogni anno  ad  Ivrea, in Piemonte, durante gli ultimi tre giorni del Carnevale, chiamata “la Battaglia delle Arance”. Ha origini davvero antichissime e sembra che sia nata per ricordare antiche feste medievali rionali.
La battaglia si svolge con squadre di gente “a terra o a piedi” e squadre di persone su vari carri, muniti di imbottiture e maschere per riparare il viso dai lanci che arrivano velocissimi e potentissimi. Solo gli uomini sopra i carri possono indossare protezioni al corpo ed al viso, mentre le persone a piedi (in teoria) non possono disporre di nessuna protezione dai colpi di arance feroci che arrivano loro. Una commissione è designata per tenere d’occhio la gara ed assegnare i punti in palio. Vince chi ottiene più punti.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

La variante sudafricana non esiste!

La Pop Art e la critica del sistema

Prezzi dell’energia: una politica per soluzioni durature

Usa, il Pentagono indaga sugli UFO

Autodistruzione imperiale