I mestieri d’arte


Un artigianato raffinato e lussuoso è una peculiarità tutta europea.

Un artigianato raffinato e lussuoso è una peculiarità tutta europea.

Specchio di un’identità e di una cultura, gli artigiani d’arte lasciano l’impronta di un’epoca alle generazioni future. “Tesori nazionali viventi” (Giappone), “Patrimonio immateriale dell’umanità” (UNESCO), “Imprese del patrimonio vivente” (EPV-Francia), “Meilleurs ouvriers de France”… si moltiplicano e si muovono nel mondo diplomi e onorificenze, iniziative governative, associative e imprenditoriali per valorizzare i mestieri d’arte.

Culla dell’arte e cultrice della bellezza, l’Europa vanta da tempi lontanissimi mani esperte che cesellano, scolpiscono, tagliano, assemblano, incidono, intrecciano, dorano, fondono, dipingono e lucidano per creare e restaurare un patrimonio ineguagliato e ammirato nel mondo.

La nobiltà dei gesti della creazione di rari oggetti acquisisce ancora più valore quando ad ammirarli sono i giovani apprendisti che li ripeteranno a loro volta per rendere perenni i mestieri dell’alto artigianato europeo.

È questo lo scenario ideale. In realtà sono sempre più rari fra i giovani coloro che scelgono il lavoro di “bottega” per vari motivi : il tipo di vita che implica, la concorrenza spietata della produzione in serie, la guerra dei prezzi e la crescente cultura dell’usa e getta a scapito di qualità, estetica e durevolezza.

Si aggiunge poi la difficoltà degli artigiani di farsi conoscere e di esportare in mezzo a un’offerta invadente e accessibile in qualche clic. Sono mancati il marketing e la comunicazione che hanno fatto il successo di veri e propri “brand”, così come anche i mezzi logistici per accedere alla domanda. Tutto ciò ha causato – e causa – la chiusura di migliaia di piccole botteghe.

Uno spiraglio sembra venire dalla crescente sensibilità dei consumatori per il prodotto di nicchia, fabbricato su misura e magari personalizzato. Lo confermano il successo di iniziative dedicate alla valorizzazione dei mestieri d’arte come il “Salon du Patrimoine” a Parigi e “Artigianato & Palazzo” a Firenze.

Per affrontare il problema di marketing, il sito www.madineurope.eu, nato nel 2013, propone al pubblico internazionale un unico indirizzo per trovare con pochi clic le raffinate eccellenze europee. Sono più di 800, oggi, gli artigiani iscritti fra Francia, Belgio, Regno Unito, Italia.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

In Europa è ancora Natale

Marocco e Israele, ecco l’accordo sulla difesa

Nucleare: a Vienna riaprono i colloqui con l’Iran