spot_img

I paradossi cinesi: il processo a Bo Xilai (con live update)


Camicia bianca, pantaloni neri, sguardo dimesso stretto da due guardie: è la foto simbolo odierna del processo contro Bo Xilai. L'ex leader di Chongqing affronta le accuse della Corte di Jinan, nello Shandong, dopo un anno e mezzo di misteri e indiscrezioni su quello che rappresenta il più grande scandalo politico degli ultimi trent'anni di storia cinese.

Camicia bianca, pantaloni neri, sguardo dimesso stretto da due guardie: è la foto simbolo odierna del processo contro Bo Xilai. L’ex leader di Chongqing affronta le accuse della Corte di Jinan, nello Shandong, dopo un anno e mezzo di misteri e indiscrezioni su quello che rappresenta il più grande scandalo politico degli ultimi trent’anni di storia cinese.

 

Bo Xilai – espulso, messo sotto sotto inchiesta dal Partito e infine dallo Stato – deve affrontare le accuse di corruzione, tangenti e abuso di potere. La Corte ha imputato all’ex leader di Chongqing di aver preso tangenti già durante le sue attività di sindaco di Dalian. A questo proposito oggi è arrivata la prima news: Bo Xilai avrebbe ritratto la confessione, sostenendo di aver dichiarato il falso durante gli interrogatori.

Si tratta di procedure processuali che nascondono i veri motivi della caduta di Bo Xilai, ovvero la sua straordinaria avventura politica di Chongqing, durante la quale il principino era riuscito a creare un «modello» che pur ricalcando altri esempi già in atto aveva saputo fare breccia sia tra i media internazionali, grazie alla sua capacità di gestire il mondo dell’informazione, sia tra la gente, grazie a politiche sociale popolari. Non solo perché il suo recupero di parole d’ordine maoiste, aveva posto Bo Xilai a capo di una corrente – nazionalista e ideologicamente vicina al periodo storico della Rivoluzione Culturale – all’interno del Partito, capace di minacciare addirittura il cambio politico previsto – e infine attuato, anche sulla pelle di Bo Xilai – lo scorso novembre.

Paradosso tutto cinese: mentre Bo Xilai è a processo Xi Jinping, l’attuale Presidente, ha fatto partire una nuova campagna ideologica che non sembra troppo distante da quella lanciata da Bo Xilai a Chongqing. Si tratta di scontri interni, evidentemente, che la caduta dell’ex leader di Chongqing non hanno sopito.

Ad ora il processo è in pausa, riprenderà alle 14 ora cinese, le 8 italiane. Seguiranno update.

Update:

– il processo a Bo Xilai dovrebbe durare due giorni e il verdetto è atteso per i primi giorni di settembre

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img