Iattura Reale


East parla con Dickie Arbiter, a lungo portavoce della Regina Elisabetta.

East parla con Dickie Arbiter, a lungo portavoce della Regina Elisabetta.

 Elisabetta II è il monarca costituzionale di 16 dei 53 Stati membri del Commonwealth britannico. È anche Capo del Commonwealth e Governatore supremo della Chiesa Anglicana.

Sebbene i suoi poteri siano più “soft” che effettivi, è una delle figure politiche più celebri al mondo. Il suo regno, iniziato nel 1953, è contrassegnato dalla dissoluzione dell’Impero britannico e da decenni di spettacolari scandali familiari, che non hanno mai toccato la sua persona ma hanno comunque tenuto “i Reali” sulle prime pagine dei giornali scandalistici di tutto il mondo.

Lo sfaldamento dei matrimoni dei suoi figli, Carlo e Andrea – rispettivamente con Lady Diana Spencer e Sarah Ferguson – le hanno fatto definire il 1992 “annus horribilis, un anno che non ricorderò con intenso piacere.

”A marzo 1992, l’annuncio che Andrea, secondogenito della Regina, si sarebbe separato dalla moglie Sarah, Duchessa di York. Poco dopo, la comparsa di foto in topless della Duchessa mentre si faceva succhiare le dita dei piedi da un amico. In aprile, Anne, figlia di Elisabetta e Principessa Reale, divorziò dal Capitano Mark Phillips, diventato padre del figlio di un’altra donna.

A giugno 1992, esce ‘Diana, la vera storia’, libro rivelazione della Principessa del Galles con dettagli sulla relazione tra il Principe Carlo e Camilla Parker Bowles. Contemporaneamente Diana inizia una relazione con il Maggiore James Hewitt, suo maestro di equitazione. Il libro provocò una tempesta mediatica, raccontando il disperato matrimonio e l’infelicità prossima al suicidio di Diana.

A novembre 1992, il castello di Windsor va a fuoco e viene seriamente danneggiato. Per finanziarne il restauro, varie residenze della Regina vengono aperte come meta turistiche a pagamento quando lei è assente.

L’annus horribilis fu solo un assaggio di quello che doveva arrivare: la tragica morte della Principessa Diana nel 1997, un anno dopo il divorzio da Carlo.

Dickie Arbiter è stato Addetto Stampa Reale dal 1988 al 2000. Testimone oculare, oltre che vittima professionale, di una delle più lunghe serie di iatture che abbia mai colpito i Reali britannici. East ha chiesto a Mr. Arbiter della sua lunga esperienza come portavoce della Regina Elisabetta:

“Non avevo una giornata tipo. Iniziavamo esaminando tutti i quotidiani, alla ricerca di articoli sulla famiglia reale o di ogni elemento che potesse essere ricondotto a fatti Reali. Io poi seguivo il Principe, la Principessa o la Regina nei loro impegni ufficiali anche per tenere a bada i reporter. Molte telefonate e molte scartoffie. Andare all’estero per i sopralluoghi prima di un viaggio reale era un sollievo di 4/5 giorni, una sorta di bonus, direi.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img