spot_img

Il Ciad e la caccia ai gay in Africa


Non sembra esserci pace per gli omosessuali africani. Dopo Uganda e Nigeria è ora il Ciad ad essere pronto ad approvare una nuova legge restrittiva nei confronti della libertà di orientamento sessuale. Il consiglio dei ministri di N’Djamena ha infatti varato un nuovo articolo del codice penale, il 361,che mira a punire chiunque venga sorpreso ad avere rapporti sessuali con persone dello stesso sesso.

Non sembra esserci pace per gli omosessuali africani. Dopo Uganda e Nigeria è ora il Ciad ad essere pronto ad approvare una nuova legge restrittiva nei confronti della libertà di orientamento sessuale. Il consiglio dei ministri di N’Djamena ha infatti varato un nuovo articolo del codice penale, il 361,che mira a punire chiunque venga sorpreso ad avere rapporti sessuali con persone dello stesso sesso.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

Un futuro (in)sostenibile per la Germania

La Nato senza ragione