Il diritto in alto mare


Gli Stati contrastano i pirati ma spesso non riescono a processarli quando li catturano.

Gli Stati contrastano i pirati ma spesso non riescono a processarli quando li catturano.

Otto ragazzi somali, chiusi nel carcere romano di Rebibbia. Li accusano di avere assaltato, nell’ottobre 2011, la motonave Montecristo a largo dell’Oceano Indiano. Un anno fa il processo, celebrato in Italia come il primo contro la pirateria contemporanea.

Allora i sequestri delle navi nel Corno d’Africa, nel Golfo di Guinea e in Estremo Oriente toccavano cifre vertiginose. Il picco nel 2011 a largo della Somalia: 250 episodi e oltre 750 persone tenute in ostaggio.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

La Pop Art e la critica del sistema

Prezzi dell’energia: una politica per soluzioni durature

Usa, il Pentagono indaga sugli UFO

Autodistruzione imperiale

Trattato del Quirinale: Macron punta sull’Italia