Il futuro è un paese straniero


Un futurologo Hewlett-Packard guarda all'Epoca della Scarsità in arrivo.

Un futurologo Hewlett-Packard guarda all’Epoca della Scarsità in arrivo.

 

 

Il romanzo “L’età incerta” di L.P. Hartley comincia così “Il passato è un paese straniero: lì, tutto si svolge in modo diverso.” Lo stesso vale per il futuro, sarà assai diverso da oggi, ma solo in pochi momenti, con lo sguardo giusto, si riesce a vedere il mondo cambiare. Per molti versi il modo migliore di rappresentarsi il futuro è “L’Età della Scarsità” perché ci sono svariate forze in sempre maggiore concorrenza, e di conseguenza, una scarsità di risorse.

Alcune forze sono:

• Pressioni sulle risorse, dovute a una popolazione che invecchia, l’aumento della domanda di acqua dolce, energia e combustibili fossili;

• Società transnazionali che hanno più potere dei governi e reagiscono alle pressioni globali, non solo a quelle nazionali;

• Una continua urbanizzazione, e la crescita delle megalopoli, più vulnerabili alle interruzioni di risorse;

• I cambiamenti climatici porteranno all’evacuazione di popolazioni costiere e non

• L’aumento della domanda di forza lavoro specializzata;

• Il bilanciamento economico implica una maggiore competizione per le risorse da parte dei paesi in via di sviluppo.

Questi fattori danno luogo a mega-tendenze economiche /imprenditoriali/governative e sociali quando le istituzioni trovano modi per intercettarli:

• Le nuove frontiere includono le stampanti 3D, la genetica, le bio-tecnologie e i viaggi spaziali commerciali, cambiando completamente molte imprese odierne, particolarmente quelle manifatturiere;

• Nuovi modelli di sviluppo di risorse corroborati dalla tecnologia, incluso il petrolio di scisto, il “fracking”, nuove forme di generazione e distribuzione di micro e macro energie;

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img