EN

eastwest challenge banner leaderboard

Il Gasdotto della Pace

Indietro

A favorire il negoziato tra Kabul e i Talebani è il nuovo gasdotto, che promette ricchezze ben superiori a quelle incamerate dai ribelli coltivando l’oppio.

“Leader dei Talebani, la decisione è nelle vostre mani. Accettate la pace, sedetevi al tavolo negoziale e costruiamo insieme il Paese”. È con queste parole che il 28 febbraio il presidente Ashraf Ghani ha rivolto al principale gruppo antigovernativo afghano la più generosa proposta negoziale mai avanzata finora. Ai Talebani ha offerto il riconoscimento come partito politico, l’implicita garanzia dell’immunità, la possibilità di rivedere la Costituzione, l’inclusione nelle istituzioni, un ufficio politico a Kabul e, per la prima volta, l’ipotesi di un cessate il fuoco. Alcune concessioni sono nuove, altre erano già state suggerite in passato ma quel che conta è la portata complessiva della proposta e il significato simbolico che Ghani ha voluto attribuirle, rendendola pubblica e adottando un tono conciliante.

Per continuare a leggere, acquista il pdf del numero.

Per abbonarti, visita la nostra pagina abbonamenti.

Continua a leggere questo articolo e tutti gli altri contenuti di eastwest e eastwest.eu.

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica a € 45.
Se desideri solo l’accesso al sito e l’abbonamento alla rivista digitale, il costo per un anno è € 20

Abbonati



La voce
dei Lettori

eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città Invia la tua domanda ad eastwest

GUALA