spot_img

Il gatto di Churchill


Sono stati i felini a vincere la Seconda guerra mondiale?

Sono stati i felini a vincere la Seconda guerra mondiale?

Sir Winston Churchill, il grande Primo ministro inglese che ha condotto il suo Paese alla vittoria nella Seconda guerra mondiale, aveva una passione smisurata per gli animali, con una speciale predilezione per i felini.

Di tutti i gatti del leader britannico, il più importante è stato l’ultimo, un bel gatto rosso tigrato con le zampette e il petto bianchi chiamato Jock, dal nomignolo di Sir John Colville, il suo segretario particolare, che glielo aveva regalato per il suo ottantottesimo compleanno.

Churchill e Jock vissero insieme solo due anni prima della morte dello statista il 24 gennaio del 1965, all’età di novant’anni. Lui era così particolarmente attaccato a quel gatto da tenerlo sempre in grembo, persino nelle foto formali del matrimonio del nipote.

Jock era seduto sul suo letto quando Churchill morì nella sua casa di Londra. Il felino fece parte della famiglia vivendo nella villa di Chartwell, nel Kent, fino alla sua stessa morte nel 1974, quando fu tumulato nel cimitero degli animali della proprietà.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img