Il gigante nel suo labirinto


Chi vincerà le elezioni in India nel 2014 si troverà a dover gestire un paese pieno di problemi di natura politica, economica, sociale e strategica. E in un contesto in cui candidati rispettabili, oltre che affidabili, scarseggiano, la vittoria dei figli di Sonia, Rahul e Priyanka Gandhi, diventa ogni giorno più probabile.

Chi vincerà le elezioni in India nel 2014 si troverà a dover gestire un paese pieno di problemi di natura politica, economica, sociale e strategica. E in un contesto in cui candidati rispettabili, oltre che affidabili, scarseggiano, la vittoria dei figli di Sonia, Rahul e Priyanka Gandhi, diventa ogni giorno più probabile.

New Delhi deve affrontare una sfida difficilissima, le elezioni generali, in programma per il 2014. A contendersi la leadership, per la prima volta nella storia del Subcontinente, tre partiti: il Partito del Congresso, conservatore e dominato dalla famiglia Nehru-Gandhi che guida la nazione (quasi) ininterrottamente dai tempi dell’indipendenza.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

La Pop Art e la critica del sistema

Prezzi dell’energia: una politica per soluzioni durature

Usa, il Pentagono indaga sugli UFO

Autodistruzione imperiale

Trattato del Quirinale: Macron punta sull’Italia