spot_img

Il grande wargame dell’Uzbekistan


La strage di Maggio è stata rimossa, non se ne parla quasi più. Le ragioni sono tante. La prima è legata al ruolo di garante della stabilità
nell’area assunto dal Paese, fatto che gli attira le simpatie e il sostegno non solo delle repubbliche ex sovietiche, ma anche di alcuni Paesi occidentali. Mentre le altre sono strettamente legate al grande business che si sviluppa con Russia e Cina.

La strage di Maggio è stata rimossa, non se ne parla quasi più. Le ragioni sono tante. La prima è legata al ruolo di garante della stabilità
nell’area assunto dal Paese, fatto che gli attira le simpatie e il sostegno non solo delle repubbliche ex sovietiche, ma anche di alcuni Paesi occidentali. Mentre le altre sono strettamente legate al grande business che si sviluppa con Russia e Cina.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

Fake news sull’Unione europea

Una mappatura dell’ascesa cinese nei Balcani occidentali