spot_img

Il “Patrimonio dell’umanità” secondo l’Unesco


Una volta al mondo c’erano soltanto “Sette meraviglie”. Oggi ce ne sono mille...

Una volta al mondo c’erano soltanto “Sette meraviglie”. Oggi ce ne sono mille…

Non è una questione di “bellezza”: per diventare “Patrimonio dell’umanità”, un sito deve rappresentare un “valore universale eccezionale”, assolvendo uno o più dei dieci criteri culturali o naturali dell’Unesco. L’enfasi è posta solitamente sulla unicità e sul valore storico. Nella pratica, invece, la compilazione dell’elenco tende ad assomigliare a un concorso di “Miss”.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

A cosa si deve il successo ventennale di Orbán?

Il Ministro degli Esteri cinese in tour nel Pacifico

Un futuro (in)sostenibile per la Germania