EN

eastwest challenge banner leaderboard

Il paziente inglese

Indietro    Avanti

L’Unione europea sta stretta al Regno Unito che, claustrofobico, sogna la disintegrazione. Una sofisticata sindrome di autodistruzione.

 

Nel 1963, il Presidente francese Charles De Gaulle giustificò in questi termini il suo “no” alla richiesta britannica di adesione alla Cee: “L’Inghilterra è in effetti insulare, marittima, ed è legata dagli scambi e dai mercati ai paesi più diversi e più distanti”. Insomma, spiegava De Gaulle, la Gran Bretagna non è abbastanza europea. La Francia fece cadere questa sua obiezione dieci anni dopo, con Georges Pompidou. Dal 1973, la Gran Bretagna è parte dell’Unione europea; e lo ha confermato con un primo referendum del 1975, convocato dal Premier laburista Harold Wilson e appoggiato da uno schieramento trasversale.

Se vuoi leggerlo tutto, acquista il numero in pdf per soli 3 euro.

 

Continua a leggere questo articolo e tutti gli altri contenuti di eastwest e eastwest.eu.

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica a € 45.
Se desideri solo l’accesso al sito e l’abbonamento alla rivista digitale, il costo per un anno è € 20

Abbonati


Hai già un abbonamento PREMIUM oppure DIGITAL+WEB? Accedi al tuo account




GUALA