spot_img

Il più grande bordello d’Europa


La liberalizzazione della prostituzione ha creato un fiorente mercato erotico.

La liberalizzazione della prostituzione ha creato un fiorente mercato erotico.

 

Qui è come essere in un grande supermercato, si trovano ragazze di ogni età, di ogni tipo, disposte a fare qualsiasi genere di cosa. Fino a una decina di anni fa andavo ogni tanto in Thailandia. Mi svagavo, lo fanno in tanti. Poi a Berlino ho scoperto il paradiso. Il volo è più semplice, la città è perfetta, le ragazze sono bellissime e soprattutto molto più economiche rispetto a ovunque sia stato. Molti bordelli tedeschi propongono una flat rate: con una tariffa che va dai cinquanta ai cento dollari a secondo della qualità del bordello, i clienti possono avere tutto il sesso che vogliono nel corso delle successive 24 ore, se ce la fanno. La Germania è il sogno di ogni uomo, almeno per me”.

A parlare è Anthony, un signore sulla cinquantina proveniente da Baltimora, negli Stati Uniti, uno delle migliaia di turisti sessuali che ogni anno sbarcano a Berlino per approfittare dello scenario di prostituzione considerato il più grande al mondo.

Il mercato del sesso in Germania può contare su uno spiegamento di oltre 3.500 bordelli sparsi su tutto il territorio, 600 dei quali nella sola capitale. Un esercito di 400.000 prostitute, fra cui 20.000 uomini, che “servono” un milione e mezzo di clienti ogni giorno: queste le stime ufficiali fornite da Erotik Gewerbe Deutschland (UEGD), l’associazione federale dei lavoratori del sesso tedeschi.

Il volume di affari annuale del mercato della prostituzione in Germania invece, secondo il Ver.Di, (Vereinte Dienstleistungsgewerkschaft, l’unione dei sindacati del settore dei servizi), si aggira intorno ai 21 miliardi di dollari.

A sostenere il successo del comparto sono anche le decine di tour operator specializzati che operano soprattutto in Asia, Russia e Nordamerica proponendo pacchetti dai cinque ai dieci giorni comprensivi di volo, alberghi e spostamenti in auto di lusso e promettendo ai clienti un’esplorazione completa delle più famose case di appuntamento di tutto il paese.

“La Germania è il più grande bordello d’Europa, non credo ci siano dubbi, basta farsi due conti per capirlo – spiega il proprietario di una delle più importanti case di appuntamento tedesche, dalle parti di Stoccarda – Da noi arrivano quasi 60.000 persone ogni anno, da Asia, America e anche dal mondo arabo: i nostri clienti hanno le idee molto chiare su quello che vogliono e le nostre ragazze ormai sono così esperte e preparate da poter soddisfare anche le richieste più stravaganti”.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

Quattro anni per Aung San Suu Kyi

Usa-Cina: conflitto inevitabile

Francia, nostalgia di Indochine