spot_img

Il progetto eurasiatico di Mosca


La leadership russa è consapevole del fatto che per realizzare l’ambizioso progetto eurasiatico è fondamentale l’inserimento dell’Ucraina. Non a caso, dopo il crollo dell’Urss, gli occidentali, soprattutto gli Usa, hanno cercato di sottrarre Kiev all’influenza e/o al controllo di Mosca, in ciò seguendo la visione di Zbigniew Brzezinski, secondo il quale, privata di un rapporto strutturale e integrante con l’Ucraina, la Russia non può in alcun modo tornare al suo antico status.

La leadership russa è consapevole del fatto che per realizzare l’ambizioso progetto eurasiatico è fondamentale l’inserimento dell’Ucraina. Non a caso, dopo il crollo dell’Urss, gli occidentali, soprattutto gli Usa, hanno cercato di sottrarre Kiev all’influenza e/o al controllo di Mosca, in ciò seguendo la visione di Zbigniew Brzezinski, secondo il quale, privata di un rapporto strutturale e integrante con l’Ucraina, la Russia non può in alcun modo tornare al suo antico status.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

Regno Unito post Brexit, un anno dopo

Messico, il poker di Obrador