spot_img

Il racconto di un ex combattente marocchino, partito per la Siria e tornato pieno di rimpianti


Rachid Lemlihi è un giovane marocchino nato nel 1981 a Tetouan, uno dei porti più importanti del Marocco e del Mediterraneo. Suo padre morì quando aveva tre anni e Rachid, provenendo da una famiglia povera, si vide costretto ad abbandonare la scuola e a mettersi a lavorare. Si sposò a 24 anni e oggi che di anni ne ha 33, ha già quattro figli.

Rachid Lemlihi è un giovane marocchino nato nel 1981 a Tetouan, uno dei porti più importanti del Marocco e del Mediterraneo. Suo padre morì quando aveva tre anni e Rachid, provenendo da una famiglia povera, si vide costretto ad abbandonare la scuola e a mettersi a lavorare. Si sposò a 24 anni e oggi che di anni ne ha 33, ha già quattro figli.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

A cosa si deve il successo ventennale di Orbán?

Il Ministro degli Esteri cinese in tour nel Pacifico

Un futuro (in)sostenibile per la Germania