spot_img

Il regno della felicità


Le immense riserve di “oro azzurro” garantiscono la sopravvivenza di un Paese altrimenti segnato da una profonda arretratezza sociale ed economica. Il dinamismo del presidente Berdymukhamedov, che non ha rinunciato al culto della personalità tipico del suo predecessore, si è concretizzato in vantaggiosi accordi commerciali per la costruzione di gasdotti con diversi Paesi, ma non in riforme che possano risollevare le condizioni del suo popolo.

Le immense riserve di “oro azzurro” garantiscono la sopravvivenza di un Paese altrimenti segnato da una profonda arretratezza sociale ed economica. Il dinamismo del presidente Berdymukhamedov, che non ha rinunciato al culto della personalità tipico del suo predecessore, si è concretizzato in vantaggiosi accordi commerciali per la costruzione di gasdotti con diversi Paesi, ma non in riforme che possano risollevare le condizioni del suo popolo.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

Un futuro (in)sostenibile per la Germania

La Nato senza ragione