spot_img

Il ritorno del maestro: Tony Allen e il suo Film of life


Tony Allen è uno di quei pochi, pochissimi musicisti che possa pensare di avere davvero creato qualcosa di sostanzialmente nuovo, che ha cambiato il modo di fare e ascoltare musica. Non da solo, certo. Fela Kuti resterà sempre il grande nume tutelare che è giusto che sia. Ma l'Afrobeat è anche suo legittimissimo figlio.

Tony Allen è uno di quei pochi, pochissimi musicisti che possa pensare di avere davvero creato qualcosa di sostanzialmente nuovo, che ha cambiato il modo di fare e ascoltare musica. Non da solo, certo. Fela Kuti resterà sempre il grande nume tutelare che è giusto che sia. Ma l’Afrobeat è anche suo legittimissimo figlio.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

A cosa si deve il successo ventennale di Orbán?

Il Ministro degli Esteri cinese in tour nel Pacifico

Un futuro (in)sostenibile per la Germania