spot_img

Summit Ue-Cina, prove di dialogo


Il summit Ue-Cina evidenzia anche le differenze tra i due sistemi. Von der Leyen chiede regole e reciprocità, Michel invita Pechino a rispettare l'autonomia di Hong Kong

Il summit Ue-Cina evidenzia anche le differenze tra i due sistemi. Von der Leyen chiede regole e reciprocità, Michel invita Pechino a rispettare l’autonomia di Hong Kong

Summit Ue-Cina evidenzia le differenze tra i due sistemi. Il Presidente del Consiglio europeo Charles Michel partecipa a un vertice con il Presidente cinese Xi Jinping a Bruxelles, Belgio, 22 giugno 2020. REUTERS/Yves Herman
Il Presidente del Consiglio europeo Charles Michel partecipa a un vertice con il Presidente cinese Xi Jinping a Bruxelles, Belgio, 22 giugno 2020. REUTERS/Yves Herman

Dal rispetto dei diritti umani a Hong Kong alla gestione del Covid-19, dalle relazioni economiche ai dossier internazionali più spinosi, il 22° summit tra l’Unione europea e la Cina ha permesso la discussione dei temi cruciali che impattano sulle relazioni tra le due grandi potenze. Il Presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, ha esplicitamente affermato che “non condividiamo gli stessi valori né i sistemi politici o l’approccio al multilateralismo”.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img