Il tankman di Tiananmen e Wechat


Il fotografo che impresse nella memoria mondiale gli eventi di Tiananmen è tornato in Cina, venticinque anni dopo la sua straordinaria foto dell'uomo solo davanti ai tank. Ha detto che ha rischiato di perdere quel momento, di non riuscire a fotografarlo. Il 4 giugno 1989 la Cina ha cambiato per sempre la sua storia, ma a venticinque anni di distanza, i conti con la memoria non sono ancora stati chiusi.

Il fotografo che impresse nella memoria mondiale gli eventi di Tiananmen è tornato in Cina, venticinque anni dopo la sua straordinaria foto dell’uomo solo davanti ai tank. Ha detto che ha rischiato di perdere quel momento, di non riuscire a fotografarlo. Il 4 giugno 1989 la Cina ha cambiato per sempre la sua storia, ma a venticinque anni di distanza, i conti con la memoria non sono ancora stati chiusi.

 «Quando guardo questa immagine ciò che realmente vedo è quanto sono stato vicino a mancare completamente la foto. Questa immagine non ce l’ho nemmeno sul muro di casa mia, perché ho un brivido ogni volta che penso a quanto sono stato vicino a mancarla. La velocità dell’otturatore è troppo lenta e la fotocamera automatica si stava sistemando per la corretta velocità dell’otturatore . Quando si scatta un 800 millimetri a 1/30 di secondo, è uno scatto impossibile in quella lunghezza focale. E’ stato un miracolo che questa immagine sia venuta fuori».

Parole di Jeff Widener, autore della celebre foto, ricordata come quella “dell’uomo del carroarmato”. La foto è stata scattata nei pressi di Piazza Tiananmen a Pechino il 5 giugno 1989. Widener, scrive il Wall Street Journal, «all’epoca era fotografo per l’Associated Press» ed è recentemente tornato in Cina, a Hong Kong, alla vigilia del 25° anniversario della repressione per una mostra «della sua opera epocale».

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img