Imperi imperfetti


Un consiglio dal declino di Roma: “Non riempire il mondo”.

Un consiglio dal declino di Roma: “Non riempire il mondo”.

Edward Gibbon, autore di Storia del declino e caduta dell’impero romano è forse, insieme a Tacito, l’autore romano degli Annali, lo storico più autorevole ad aver mai preso in mano una penna.

Il suo monumentale contributo – occorsero più di vent’anni a scrivere l’opera – ha insegnato all’Occidente molto di ciò che adesso pensiamo del passato. Il testo di Gibbon ha dato forma all’Impero britannico, almeno dal punto di vista intellettuale, e posto le basi per ciò che le generazioni successive – inclusa sorprendentemente quella attuale – credano sia lo scopo del governare.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img