In Cina, cento imprenditori arrestati in dieci anni


Negli ultimi dieci anni, oltre cento imprenditori privati sono passati dall'apice del successo, all'umiliazione del carcere. Quali sono i motivi, visto che da tempo il PCC accoglie al suo interno anche i «capitalisti privati»? La ragione sta nel rapporto che il sistema politico cinese crea tra la leadership amministrativa e il capitale privato: gli imprenditori privati possono infatti ottenere commesse e successi economici, solo se legati ad un carrozzone politico in ascesa, o stabile nella gestione di ampie fette di potere economico.

Negli ultimi dieci anni, oltre cento imprenditori privati sono passati dall’apice del successo, all’umiliazione del carcere. Quali sono i motivi, visto che da tempo il PCC accoglie al suo interno anche i «capitalisti privati»? La ragione sta nel rapporto che il sistema politico cinese crea tra la leadership amministrativa e il capitale privato: gli imprenditori privati possono infatti ottenere commesse e successi economici, solo se legati ad un carrozzone politico in ascesa, o stabile nella gestione di ampie fette di potere economico.

 

Ma questi legami, così come sono in grado di elevare al rango di «miliardari» gli imprenditori, nel caso di caduta politica delle persone di riferimento– che può essere improvvisa, non prevista e micidiale – sono anche in grado di rovinare per sempre la carriera economica, aprendo le porte del carcere.

«Ci diamo appuntamento, ma non ci sposiamo».

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

La variante sudafricana non esiste!

La Pop Art e la critica del sistema

Prezzi dell’energia: una politica per soluzioni durature

Usa, il Pentagono indaga sugli UFO

Autodistruzione imperiale