In Thailandia bambini migranti detenuti in condizioni disumane


Molti arrivano in Thailandia in cerca di un futuro, costretti a fuggire da guerre e persecuzioni. Ma il sogno di una vita migliore svanisce presto e diventa un vero e proprio incubo.

Molti arrivano in Thailandia in cerca di un futuro, costretti a fuggire da guerre e persecuzioni. Ma il sogno di una vita migliore svanisce presto e diventa un vero e proprio incubo.

“I bambini migranti detenuti in Thailandia stanno soffrendo inutilmente in celle sovraffollate, sporche, senza un’adeguata nutrizione e senza istruzione”. La denuncia arriva dal nuovo rapporto “Two Years with No Moon: Immigration Detention of Children in Thailand”, redatto da Alice Farmer, ricercatrice per i diritti dell’infanzia di Human Right Watch (Hrw).

A fly lands on the face of an illegal immigrant child from Myanmar. Photo REUTERS/Damir Sagolj

La maggioranza dei bambini scappano dagli attacchi dell’esercito birmano.

Secondo l’Organizzazione internazionale per le migrazioni ci sono circa 375 mila bambini che sono arrivati in Thailandia. “Molti dei bambini rifugiati – si legge nel rapporto di Human Right Watch – arrivano dalle zone di guerra della Birmania, fuggiti, assieme alle loro famiglie, dai violenti attacchi dell’esercito birmano nelle aree etniche e dalla violenza settaria perpetuata contro la minoranza musulmana dei Rohingya”. Altri rifugiati, scrive sempre Hrw, arrivano dal Pakistan, dallo Sri Lanka, dalla Somalia e dalla Siria.

Violata la Convenzione sui diritti del fanciullo.

“Non ci sono spazi per giocare e per muoversi”, sottolinea Alice Farmer. Che aggiunge: “Le celle sono così affollate che spesso i più piccoli non possono sdraiarsi neanche per dormire”. In queste condizioni “la detenzione danneggia anche la salute mentale dei bambini e la mancanza di una nutrizione adeguata al fabbisogno energetico dei più piccoli contribuisce alla depressione e all’ansia”.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img