spot_img

India: anche Modi ricorre alla “diplomazia dei vaccini”


L'India è il maggior produttore al mondo di farmaci e vaccini. Modi cerca di sfruttare tale caratteristica per estendere la propria influenza geopolitica in Asia meridionale

L’India è il maggior produttore al mondo di farmaci e vaccini. Modi cerca di sfruttare tale caratteristica per estendere la propria influenza geopolitica in Asia meridionale

Il Primo Ministro indiano Narendra Modi ha detto ieri che la nazione continuerà a esportare medicinali all’estero, compresi i vaccini contro il coronavirus. L’India è il secondo Paese al mondo per numero di casi di contagio – quasi 10 milioni e mezzo, su una popolazione di 1,3 miliardi di persone – ed è il maggiore produttore di farmaci e vaccini. Ne ha anche sviluppato uno contro il coronavirus, il Covaxin, che ha recentemente ottenuto l’autorizzazione dell’autorità indiana per i medicinali.

La diplomazia dei vaccini

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img

Cambogia: democrazia ma senza opposizione

COP 28: Green New Deal for Future

Grecia: i diritti civili vincono contro la scomunica

Israele/Palestina: la guerra del gas

rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo