spot_img

Iran: Reyhaneh è salva ma Ghavami è in sciopero della fame


Segni controversi arrivano dall’Iran in tema di diritti umani. Reyhaneh Jabbari è forse salva. La donna iraniana, accusata dell'omicidio dell’uomo che la violentò, ha firmato una richiesta di perdono ai familiari della vittima.

Segni controversi arrivano dall’Iran in tema di diritti umani. Reyhaneh Jabbari è forse salva. La donna iraniana, accusata dell’omicidio dell’uomo che la violentò, ha firmato una richiesta di perdono ai familiari della vittima.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

A cosa si deve il successo ventennale di Orbán?

Il Ministro degli Esteri cinese in tour nel Pacifico

Un futuro (in)sostenibile per la Germania