spot_img

Iran: Reyhaneh è stata impiccata. Mentre Isfahan insorge per difendere le donne sfregiate


Orrore in Iran all'alba di oggi quando Reyhaneh Jabbari, la giovane colpevole di aver ucciso il suo stupratore, è stata impiccata. «Mia figlia con la febbre ha ballato sulla forca»: sono le commoventi parole della madre, Shole Pakravan, nota attrice di teatro iraniana. Secondo la stampa locale, la madre piangeva fuori dalla prigione Gohardasht di Karaj. Ad attendere l'esecuzione c'erano tante persone, familiari e amici.

Orrore in Iran all’alba di oggi quando Reyhaneh Jabbari, la giovane colpevole di aver ucciso il suo stupratore, è stata impiccata. «Mia figlia con la febbre ha ballato sulla forca»: sono le commoventi parole della madre, Shole Pakravan, nota attrice di teatro iraniana. Secondo la stampa locale, la madre piangeva fuori dalla prigione Gohardasht di Karaj. Ad attendere l’esecuzione c’erano tante persone, familiari e amici.

Photo AFP/JUI

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

Un futuro (in)sostenibile per la Germania

La Nato senza ragione