spot_img

Israele-Berlino, solo andata


Secondo Yinam Cohen, un portavoce dell’ambasciata israeliana in Germania, sarebbero almeno 10-15mila gli israeliani che oggi vivono a Berlino. Ciò dovrebbe forse turbare i sonni del premier Netanyahu. «È una critica indiretta nei confronti del suo governo», spiega Gil Raveh, giovane direttore d’orchestra. «Chi parte non sopporta più come vanno le cose lì.

Secondo Yinam Cohen, un portavoce dell’ambasciata israeliana in Germania, sarebbero almeno 10-15mila gli israeliani che oggi vivono a Berlino. Ciò dovrebbe forse turbare i sonni del premier Netanyahu. «È una critica indiretta nei confronti del suo governo», spiega Gil Raveh, giovane direttore d’orchestra. «Chi parte non sopporta più come vanno le cose lì.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

Quattro anni per Aung San Suu Kyi

Usa-Cina: conflitto inevitabile

Francia, nostalgia di Indochine